Franca Itinera

Franca Itinera : le réseau Esabac

jeudi 16 septembre 2010 par francaitinerabis , Maria Gabriella Sola

Qui a dit que "Toutes les routes mènent à Rome" ? Pour ceux qui ont fait et font encore leurs plus grandes découvertes chemin faisant, Franca Itinera est avant tout un zone franche, un espace de liberté où le regard de l’autre invite à l’échange, à la découverte de nouveaux horizons, à faire un bout de chemin ensemble.

(...) > Lire l’article en entier

Come dice Italo Calvino : Marco Polo immaginava di rispondere (o Kublai immaginava la sua risposta) che più si perdeva in quartieri sconosciuti di città lontane, più capiva le altre città che aveva attraversato per giungere fin là, e ripercorreva le tappe dei suoi viaggi, e imparava a conoscere il porto da cui era salpato…

Qui a dit que "Toutes les routes mènent à Rome" ? Pour ceux qui ont fait et font encore leurs plus grandes découvertes chemin faisant, Franca Itinera est avant tout un zone franche, un espace de liberté où le regard de l’autre invite à l’échange, à la découverte de nouveaux horizons, à faire un bout de chemin ensemble.

Il sito, che vede coinvolte scuole francese ed italiane di varia tipologia, si propone come un’officina-laboratorio, dove si promuovonoinformazioni e formazione, condividendo l’idea-guida dell’educazione allo sguardo critico su di sé e sull’altro.

Si tratta di operare nel concreto di tutte le attività e di tutte le riflessioni che promuovono il confronto linguistico come scoperta e riscoperta di un’altra lingua e della propria lingua, di un’altra cultura e quindi della propria cultura.

I testi presentati saranno formulati in italiano come in francese, così da far sentire da un lato l’intercambiabilità delle lingue, dall’altro la loro unicità, proprio nell’ottica del bilinguismo.

Come dice Italo Calvino : Marco Polo immaginava di rispondere (o Kublai immaginava la sua risposta) che più si perdeva in quartieri sconosciuti di città lontane, più capiva le altre città che aveva attraversato per giungere fin là, e ripercorreva le tappe dei suoi viaggi, e imparava a conoscere il porto da cui era salpato…

Questo confronto di lingua e cultura può avere due esiti complementari : uno è lo sviluppo della consapevolezza sulla distanza-differenza tra due nazioni e sulla contiguità di esperienze storiche che ci fa identificare come "europei" ; l’altro è, in un orizzonte più ampio ancora, la riflessione sui rispettivi modi di guardare al resto del globo e la ricerca di nuovi rapporti da costruire.


Accueil du site | Contact | Plan du site | Espace privé | Statistiques | visites : 509634

Suivre la vie du site fr  Suivre la vie du site Accueil du site   ?

Site réalisé avec SPIP 1.9.2d + ALTERNATIVES

Creative Commons License